1 settembre 2017

Hashtag significato: come ha cambiato il digital marketing

Hashtag significato

Entrato nel linguaggio comune del web, quest’anno l’hashtag ha compiuto i suoi primi dieci anni. Il termine hashtag è composto dalle parole inglesi hash, che sta ad indicare il simbolo del cancelletto e tag, che letteralmente significa etichetta. Al di là del significato letterale, oggi l’hashtag che significato ha nel digital marketing?
Da quando ad agosto del 2007, Chris Messina lanciò su Twitter il primo hashtag #barcamp per ordinare meglio le conversazioni, nulla è stato più lo stesso. L’hashtag oggi è diventato per le community e i social network  un elemento fondamentale per entrare in contatto e comunicare online.
Dal 2009 infatti Twitter ha introdotto il collegamento ipertestuale sugli hashtag, in modo tale da rendere più agevolata l’apertura della cronologia di tutti i messaggi che lo contengono.

Hashtag Instagram

Se Twitter l’ha lanciato per la prima volta, l’hashtag su Instagram ha trovato terreno fertile. Moltissimi brand utilizzano Instagram per poter sponsorizzare i propri prodotti online, grazie a degli hashtag specifici dedicati alla propria azienda o al proprio brand, i clienti possono entrare in contatto tra loro con estrema facilità e condividere le proprie esperienze e opinioni. Molte aziende hanno deciso di adottarli come claim delle loro campagne pubblicitarie non solo online, ma anche offline. Per i brand utilizzare hasthtag ben mirati e studiati con attenzione è diventato necessario per entrare a fare parte delle community dei propri clienti. Per far sì che il tutto venga gestito nel migliore dei modi è necessario avere molto tempo e attenzione a disposizione. Spesso molti brand si affidano ad agenzie di digital marketing specializzate nella gestione dei social media.

Hashtag cibo

Tra i vari appassionati di hashtag ci sono sicuramente i food lover. Negli ultimi anni il binomio hashtag cibo ha raggiunto la massima diffusione, complici i programmi di cucina ai quali le aziende si sono affiancate con attività di product placement. Condividere sui propri social i propri prodotti con i giusti hashtag dedicati agli appassionati di cibo, può portare a interessanti risultati. L’hanno capito bene i social influencer che non possono farne a meno durante la loro attività online per influenzare il momento d’acquisto dei prodotti da consigliare ai loro follower. Key-One si occupa da oltre dieci anni della gestione dei principali social media per clienti di diverse categorie merceologiche, tra queste l’enogastronomia. Vuoi saperne di più? Scrivici per ricevere la nostra consulenza e non dimenticare i nostri hashtag  #bedigital #bek1!